Allenamento Funzionale

L’allenamento funzionale è oggi un allenamento di estrema completezza e di grande impatto emotivo, che garantisce fidelizzazione e spirito di gruppo.

Gli esercizi sono di carattere globale e funzionale, l’attivazione metabolica raggiunge alti livelli, si allena, oltre la forza, anche la coordinazione e la destrezza. L’allenamento funzionale rappresenta quindi la risposta di ciò che la tendenza del fitness richiede a un programma di esercizi.

Cos’è l’Allenamento Funzionale

Allenamento-funzionale-002

L’allenamento funzionale nasce con l’esercizio fisico stesso, con il movimento articolato finalizzato a uno scopo motorio, utilizzato fin dai primi esseri umani. Il muscolo viene così allenato per la “funzione” per cui madre natura ce l’ha dato. Un esempio per il grande gluteo, il muscolo più potente del nostro corpo, il più grosso e il più forte.
La sua azione principale è l’estensione. Funzionalmente è un muscolo propulsore,indispensabile nella corsa, nella marcia in salita, nel salto, attività nelle quali i nostri avi dovevano cimentarsi per la loro stessa sopravvivenza. Dobbiamo però ricordarci che il quadricipite coadiuva il gluteo durante la corsa realizzando la sua massima potenza. Ai fini di un allenamento funzionale, lo stimolo allenante non sarà quindi monoarticolare, ma coinvolgerà l’intera catena cinematica.

Partendo quindi dal concetto che correre, saltare e arrampicarsi sono esercizi funzionali primitivi, guardiamo cosa si intende oggi per “allenamento funzionale” all’interno di un universo a noi noto: quello del fitness.
Questo tipo di allenamento nasce a cavallo degli anni 2000 negli Stati Uniti e vengono rivalutati tutti quegli esercizi, sotto certi aspetti rudimentali, tipici dell’allenamento pionieristico: accosciate, piegamenti braccia, piegamenti gambe, salti e tutte le forme di trazione.

Il concetto fondamentale del functional training è quello di attivare in maniera complessa, ma naturale i propri muscoli compiendo azioni che risultano in fondo facilmente gestibili, in quanto, per lo più ricordano movimenti che vengono spesso quotidianamente compiuti.
Le attrezzature utilizzate nell’allenamento funzionale sono estremamente basilari, (in contrasto con la quasi eccessiva tecnologia che negli ultimi anni ha invaso i fitness club) ma sviluppano quelle che sono le qualità fisiche innate ed essenziali dell’uomo, legate ad un sistema muscolare che lavora in maniera sinergica e che produce un’azione motoria complessa, ma all’apparenza semplice, come sollevare un peso da terra per portarlo sopra la testa.

Non si troveranno mai in una sessione di allenamento funzionale esercizi monoarticolari, quelli tipici del bodybuilding o effettuati con l’ausilio di macchine. Verranno utilizzati altresì manubri, bilancieri, kettlebells, sacchi pieni di sabbia o acqua (POWER BAG) e altri piccoli attrezzi che, come carico allenante, sfruttano la resistenza naturale del corpo stesso.
Ogni esercizio coinvolge più muscoli in maniera dinamica, spesso attivando anche il sistema cardiovascolare in maniera molto marcata.
L’alta intensità degli esercizi funzionali riduce il tempo di allenamento, generando comunque un efficace workout.

allenamento-funzionale-007

Possiamo così riassumere le caratteristiche dell’allenamento funzionale:

  • azione sinergica muscolare
  • multiplanarietà dei movimenti
  • intensa azione cardiovascolare
  • coordinazione dei movimenti
  • riduzione dei tempi di allenamento (rispetto a quelli standard)

Questa modalità di allenamento potrà essere applicata sia agli atleti che a tutti coloro che frequentano i fitness club per rimettersi o mantenersi in forma. Ai fini di una preparazione atletica si potrà utilizzare il functional training per una preparazione fisica generale alla quale seguirà un allenamento specifico relativo allo sport praticato dal soggetto che si stà allenando.

La persona che invece pratica fitness potrà invece utilizzare solamente questa forma di allenamento certo di un notevole miglioramento generale di:

  • forza (anche esplosiva)
  •  coordinazione intermuscolare
  • resistenza al carico
  •  vo2 max ( ma questo dipende dagli esercizi che si praticano e con quale modalità)
  • flessibilità
  • composizione corporea

Il functional training ha fruitori di qualunque età e sesso in quanto si ha la possibilità di modulare il carico e l’intensità a seconda della persona che si sta allenando. Il contesto in cui questi allenamenti si sviluppano, grazie alla loro semplicità sono i fitness club, ma anche gli spazi all’aria aperta come parchi e giardini che diventano cosi luoghi ideali in cui prendere coscienza con il proprio corpo a contatto con quegli elementi che da sempre hanno fatto parte del nostro vivere quotidiano.

TRX

Proveniente dagli Stati Uniti, TRX suspension training, fa parte di una nuova e innovativa categoria di attrezzi. Il suo utilizzo può spaziare dal Fitness, al Wellness, alla Ginnastica Estetica, al miglioramento della Performance e alla Preparazione Fisica e motoria di tutte le discipline sportive, nonché alla Riabilitazione Funzionale.
UN TRX E IL PROPRIO CORPO: questo è tutto ciò che serve per creare un allenamento completo e adatto alle esigenze di ognuno di noi. Questo speciale attrezzo consente di utilizzare il proprio peso corporeo per creare la resistenza necessaria (e di poterla graduare liberamente) durante ogni esercizio del proprio allenamento. Si è in grado di sviluppare: Forza, Equilibrio, Flessibilità, Coordinazione, capacità Propriocettive e Stabilità simultaneamente.

Kettlebell

kettlebell001

Negli ultimi tempi in Italia si sta diffondendo l’uso del Kettlebell, che è una palla fatta in ghisa con una maniglia, definita anche come “palla di cannone con maniglia”.
Il Kettlebell è uno attrezzo veramente stupendo per tutti quelli che vogliono avere un corpo tonico, forte, modellato e ideale per perdere peso. Ma la verità è che potrete fare moltissimi esercizi per allenare qualsiasi parte del tuo corpo tanto che è definito come “una grande palestra che si tiene in una mano”.

Sly Disk

sly-disk001

L’idea nasce negli Stati Uniti. Gli SLY DISK non sono altro che due dischi simili a frisbee che si mettono sotto piedi e mani e tramite i quali è possibile scivolare sul pavimento. L’attività risulta facile e divertente oltre che efficace sotto il profilo muscolare. I dischi hanno dimensioni compatte, la loro lunghezza è di circa 23 cm. I due lati hanno consistenza ed aderenza diversa. Il lato a contatto con la calzatura è ricoperto da materiale antiscivolo ideale per mantenere l’aderenza con i piedi. Quello a contatto col pavimento è fatto in modo tale da facilitare lo scivolamento sul terreno.

L’idea è semplice ma sicuramente efficace, permettendo dei movimenti fluidi ed armoniosi che consentono un allenamento generale di tutto il corpo. Naturalmente, la zona più sollecitata durante l’attività è sicuramente quella inferiore. Tutti i muscoli delle cosce vengono fortemente impegnati senza particolare stress sull’apparato muscolo-scheletrico. Abbinando al movimento delle gambe quello delle braccia, è possibile realizzare un lavoro totale su tutte le fasce muscolari, utile per mantenere la forma fisica generale.

I muscoli sono sotto continua tensione per tutta la durata della lezione. I ripetuti cambi di direzione accompagnati dall’uso delle braccia garantiscono un corpo tonico ma allo stesso tempo flessibile. Gli esercizi svolti sono ottimi sia sotto il profilo cardio-vascolare che sotto quello brucia grassi. Oltre ad allenare i muscoli scheletrici ed il cuore, il lavoro con SLY DISK , migliora le qualità di coordinazione ed equilibrio con innegabili vantaggi sotto il profilo funzionale. Allenare queste attitudini è importante sia per le persone che vogliono semplicemente tenersi in forma che per quelle che praticano uno sport professionistico.

Tutti gli sport che richiedono continui cambi di direzione necessitano di allenamento specifico sia per quanto riguarda la coordinazione che per quel che concerne le articolazioni maggiormente interessate durante il gesto atletico. Le strutture tendinee e legamentose del ginocchio piuttosto che della caviglia o dell’anca, devono essere elastiche ma allo stesso tempo forti in modo da poter sopportare le forze di taglio sviluppate durante ogni movimento. Un altro gruppo di muscoli essenziali in questi casi è quello degli adbuttori e degli adduttori. L’esercizio con i piccoli dischi stimola molto queste fasce muscolari. Oltre a loro, la pratica dello SLY DISK , rinforza in maniera particolare cosce, glutei ed addominali, da sempre punti di interesse delle donne.

VANTAGGI DELLO SLY DISK

  • Praticità e facilità d’uso
  • Piccolo ingombro che rendono l’attrezzo ideale per l’utilizzo domestico e fuori casa
  • Economicità nella fase di acquisto e possibilità di allenarsi in uno spazio ridotto
  • Ottimo per tonificare tutto il corpo senza però appesantire la muscolatura
  • Ottimo per aumentare le doti di flessibilità muscolare, coordinazione ed equilibrio neuro-muscolare
  • Divertente ed entusiasmante permette l’allenamento da soli oppure in gruppo
  • Realizza un eccezionale lavoro cadio-vascolare e brucia grassi
  • Indicato per prevenire infortuni alle articolazioni delle cosce soprattutto se si pratica uno sport a rischio come il tennis o il calcetto
  • Rafforza in maniera vigorosa i muscoli dell’interno e dell’esterno cosce allenando anche i tendini ed i legamenti di ginocchia e caviglie
  • Indicato nella preparazione specifica di sport come lo sci, il tennis, il pattinaggio soprattutto quello di velocità
  • Il lavoro svolto con il gliding è completo, sia sotto il profilo muscolo-scheletrico che sotto quello funzionale.
  • L’allenamento si svolge su tutti i piani possibili: sagittale, frontale.

Flow Bag

flow-bag001

E’ un attrezzo innovativo che riassume più d’ogni altro gli elementi caratterizzanti il functional training. Si tratta di una sacca dotata di prese, costruita in robusto PVC, da riempire con acqua, a seconda del peso che si desidera ottenere e gonfiare con aria. Il movimento dell’acqua all’interno del FLOW-BAG rende l’attrezzo fortemente destabilizzante, cosa che obbliga l’utilizzatore ad un intenso lavoro di compensazione e controllo, che coinvolge tutto il corpo. In particolare, l’insieme dei muscoli della zona addominale e lombare, che compongono il cosiddetto CORE, risulta profondamente coinvolta e stimolata. La versatilità dell’attrezzo, che può essere impugnato in vario modo, abbracciato, lanciato, preso o appoggiato sulle spalle, è totale. Gli esercizi sono numerosi ed in tutte le applicazioni si ottiene un eccezionale allenamento della propriocettività, della coordinazione, della forza e più in generale della capacità del corpo di muoversi organicamente. Il FLOW-BAG riassume così, gli elementi caratterizzanti l’allenamento funzionale e pur essendo nato per l’allenamento di atleti avanzati alla ricerca della prestazione, grazie alla possibilità di variare facilmente il peso, da 0 a 30 kg, può essere una soluzione utilizzabile da qualunque soggetto.  Il FLOW-BAG non è solo un peso difficile da gestire, ma un vero e proprio attrezzo concepito per favorire ed allenare, la dinamica del movimento del corpo.

Gimstyck

gymstick001

Gymstick si basa sul concetto della resistenza ottenuta con gli elastici, con il vantaggio di essere estremamente maneggevole e versatile a tutti i livelli di utenza ed età, sia in presenza di professionisti o soggetti allenati, che di persone meno esperte ma desiderose comunque di effettuare, comodamente a casa, in palestra, su un campo da giuoco, in ufficio, in vacanza ed in qualsiasi situazione un allenamento e/o mantenimento fisico.

Palla Medica

palle-mediche-001

Le prime notizie che si hanno sull’utilizzo delle PALLE MEDICHE risalgono a circa 2500 anni fa.  Si trattava di vesciche o pelli di animali ripiene di sabbia e venivano raccomandate da Ippocrate (padre della medicina) per formare gli atleti o per aiutarli nella riabilitazione dopo un infortunio.
Oggi la palla medica, o med ball come spesso viene definita, entra di diritto tra gli attrezzi che garantiscono l’opportunità di praticare il training funzionale. La palla medica è davvero un attrezzo che può essere utilizzata da chiunque in ogni contesto: dagli atleti agli anziani, dalle signore fuori forma agli adolescenti. È un oggetto dalla forma gradevole e non occupa molto spazio. La si può utilizzare in un circuito ma anche per un intero allenamento. La palla medica non avrebbe resistito nel tempo se non avesse vere e accertate potenzialità. Gli esercizi da praticare con questo attrezzo sono infiniti, ogni allenamento risulterà ricco di movimenti sempre nuovi e performanti.

Swiss Ball

swiss-ball-001

La swiss ball (fitball o palla svizzera) è un attrezzo sferico instabile nato in ambito chinesiologico e riabilitativo; tuttavia le sue numerose applicazioni ne fanno uno strumento ideale anche per la preparazione fisica in palestra come variante dei “classici” esercizi di potenziamento muscolare.

L’instabilità insita nella forma dell’attrezzo è, al tempo stesso, il suo miglior pregio e il suo peggior difetto. Il maggior pregio sta nel fatto che l’instabilità dovuta alla forma sferica dell’attrezzo costringe il soggetto che lo utilizza a continui aggiustamenti della postura allo scopo di mantenere l’equilibrio; tali aggiustamenti sono perlopiù effettuati utilizzando muscoli che generalmente non vengono sollecitati negli altri tipi di esercizi atti a migliorare il potenziamento muscolare. Per contro si deve rilevare che, per un principiante, l’instabilità della swiss ball può rischiare di essere fonte di infortuni.
Le finalità dell’allenamento con la swiss ball sono quelle di un miglioramento a livello di:

  • assetto posturale
  • flessibilità
  • potenziamento muscolare
  • propriocettività.

L’allenamento con la swiss ball può risultare di una certa utilità per tutti quei soggetti che praticano discipline sportive nelle quali l’equilibrio, le posizioni di rotolamento e pre-acrobatiche risultano essere componenti importanti (canoa, canottaggio, danza, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, pattinaggio artistico, sci, surf ecc.). Uno degli scopi della swiss ball è infatti quello di aumentare il livello di forza dei muscoli stabilizzatori; tale rafforzamento rende maggiormente stabili le articolazioni permettendo di reclutare in maggior misura quei muscoli che sono coinvolti nell’allenamento.
La swiss ball può essere anche utilizzata per allenamenti di resistenza e di tipo cardiovascolare. Un tipico uso della palla svizzera è quello per l’allenamento dei muscoli addominali.
La swiss ball inoltre viene spesso consigliata per migliorare l’equilibrio e la mobilità articolare a tutte quelle persone che, per esigenze di studio o lavorative, sono costrette a una posizione sedentaria (camionisti, cassieri, impiegati, studenti ecc.).

Bodylastics

bodylastick-001

Il bodylastic è un attrezzo versatile, utilizzabile in qualsiasi ambiente, con il quale, effettuando piccoli circuiti, si possono allenare tutti i gruppi muscolari possibili.E’ un ottimo strumento per dar sfogo alla propria fantasia, con il quale si possono comporre un gran numero di esercizi fisici.
L’elastico è piccolo e leggero e con un semplice circuito si possono mantenere in soli 30 minuti i risultati raggiunti in palestra durante le ordinarie sezioni di allenamento.

Un suo utilizzo corretto e continuo è ideale per:

  • Allenamento cardiovascolare
  • Condizionamento muscolare (incremento forza e resistenza)
  • Mobilità e flessibilità
  • Tonificazione
  • Perdita massa grassa

Risulta essere ideale per qualsiasi tipologia di utente più o meno esperto di attività fisica, ma soprattutto indicato per qualsiasi età.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK